La Psicoterapia Cognitiva Comportamentale

La psicoterapia cognitiva e comportamentale è una disciplina psicologica estremamente efficacia per la diagnosi ed il trattamento di molte tipologie di disagi psicologici: esempio disturbi d'ansia, attacchi di panico, depressione, ossessioni e compulsioni, disturbi del comportamento alimentare, disturbi sessuali, disturbi di personalità, dipendenza da sostanze e da gioco, stress, disturbi psicosomatici, problematiche di coppia.

La psicoterapia cognitiva e comportamentale ha origine dall'unione di due forme di psicoterapia estremamente efficaci:

la psicoterapia comportamentale, che mira a modificare i legami tra le situazioni che creano disagio e le risposte emotive e comportamentali dell'individuo, per imparare nuovi schemi di risposta più positivi, anche attraverso tecniche di rilassamento fisico e mentale;

la psicoterapia cognitiva, che permette all'individuo di individuare modalità di pensiero sbagliate e schemi negativi di spiegazione ed interpretazione della realtà, sostituendole con modi di pensare più adeguati, razionali e funzionali al benessere e alla felicità della persona.

La psicoterapia cognitiva e comportamentale risulta essere uno strumento potente ed efficace per lavorare sul disagio psicologico in tempi ragionevolmente brevi, con ottimi risultati. La sua efficacia è confermata dalle evidenze scientifiche. I vantaggi di questo orientamento psicoterapeutico rispetto ad altre forme di psicoterapia più tradizionali sono molti: è orientata su scopi e obiettivi concreti per il benessere della persona, come ad esempio l'eliminazione degli attacchi di panico e il decremento dei sintomi ansiosi; è a breve termine, ogni volta che ciò sia possibile, cercando di lavorare sul miglioramento delle condizioni di vita della persona nel tempo minore possibile; è centrata sul presente della vita della persona, attivandosi per il miglioramento immediato del disagio a partire dal qui ed ora, e in prospettiva futura; è attiva e collaborativa, e si basa su una stretta alleanza tra terapeuta e paziente, che lavorano insieme attivando tutte le risorse personali possibili per un cambiamento positivo. La terapia cognitiva e comportamentale non si limita al lavoro in seduta, ma prevede la messa in atto di una serie di strategie quotidiane attraverso le quali la persona può operare un cambiamento significativo sugli aspetti della propria vita che le creano insoddisfazione ed infelicità. La validità ed efficacia di questo orientamento psicoterapeutico è confermata da ricerche e studi scientifici, come quelli dell'APA (American Psychological Association)".

Download Adobe Flash Player
 
affaticamento cronico | agorafobia | ansia sociale | attacchi di panico | depressione | disfunzioni sessuali | disturbi alimentari | disturbi d'ansia disturbi di personalità | disturbo bipolare | disturbo ossessivo compulsivo | disturbo post traumatico da stress | ipocondria | disturbi dell'apprendimento | disturbi cognitivi | ritardo mentale | disturbi dell'identità di genere | omofobia e omofobia interiorizzata